internazionale

23/5 Spagna: dopo le elezioni non si placa la protesta. Cronaca della giornata

16:42 - A PARIGI INDIGNADOS ALLA BASTIGLIA, È 'PARIS DEL SOL' - La piazza della Bastiglia a Parigi è diventata la piazza Paris del Sol da quattro giorni a questa parte, da quando cioè un appello lanciato su Facebook ha spinto i giovani francesi ad «indignarsi» proprio come i loro coetanei spagnoli che da una settimana occupano la Puerta del Sol a Madrid.

Manifesto di "Democrazia Reale Ora" - Manifiesto "Democracia Real Ya"

Siamo persone comuni. Siamo come te: gente che si alza ogni mattina per studiare, lavorare o per
cercare lavoro, persone che hanno famiglia e amici. Persone che lavorano duramente ogni giorno
per vivere e dare un futuro migliore a chi le circonda.
Alcuni si ritengono più progressisti, altri più conservatori. Alcuni credenti, altri no. Alcuni hanno

Anche Padova e Milano si mobilitano con gli "indignados"

Dopo le mobilitazioni nel Maghreb, anche la Spagna insorge.Gli
“indignados” prendono parola e con l ‘appello “TOMA LA CALLE”
occupano le piazze del paese, facendo assemblee, autorganizzandosi.
Anche a Padova in Prato della Valle, nella piazza dove si fa il mercato
di giorno e banchetti la sera, diventa luogo per incontrarsi e
parlare, non solo manifestare. Italiani e spagnoli, per lo più

Juventud SIN Futuro - Piattaforma rivendicativa (tabla reivindicativa)

Pubblichiamo la traduzione italiana della Tabla de Reivindicaciones di Juventud SIN Futuro (JSF). E' possibile trovare il testo originale in castigliano al sito http://www.juventudsinfuturo.net/

"Gioventù SENZA Futuro" - Piattaforma rivendicativa

22/5, non si ferma la rivolta degli "Indignados". La diretta dalle città spagnole

19:15 - INDIGNADOS FRA SCHEDA BIANCA E PROTESTA ASSEMBLEA PUERTA DEL SOL - MADRID, 22 MAG - C'è chi vota quasi convinto, chi non vota per convinzione, chi questa volta non vuole votare, chi vota tappandosi il naso: c'è di tutto nella 'Repubblicà di Puerta del Sol nella giornata che vede la Spagna alle urne.

La revuelta de la “generaciòn perdida” - Editoriale AiR dalle piazze degli Indignados

In Spagna sta accadendo qualcosa che mai si era visto, quello che può essere chiamato "Movimento del 15 Maggio", la cui nascita è un avvenimento veramente storico.

Bari - Piazza del Ferrarese in Mobilitazione a sostegno degli "indignados"

Chi siamo? Siamo un gruppo di PERSONE. Senza bandiere, senza sigle, senza simboli. E non solo ragazz* ma anche adulti, legati alla generazione presente e vittime nella stessa misura di quanto viene imposto dall'alto. Siamo accomunati semplicemente dalla consapevolezza di vivere in un Paese (e non solo) che viaggia a vele spiegate verso lo sfascio.

Il manifesto degli "indignados" "Non ci occupiamo delle elezioni"

A mezzanotte scatta il divieto di manifestazioni in vista delle amministrative di domenica. La Giunta elettorale ha proibito anche la protesta di Madrid, ma il ministro dell'Interno ha lasciato capire che la polizia non sgombrerà i ragazzi di Puerta del Sol. Ma il movimento "Democracia real ya" pensa a elaborare le sue richieste

dall'inviato di Repubblica.it OMERO CIAI

15 maggio e oltre. Storie di ordinaria "Spanish Revolution"

Il primo effetto di piazza Tahrir in Europa avviene in Spagna. Gli "indignados" occupano il centro di Madrid al grido di "La rivoluzione è possibile". E sperimentano i "campi base".

Carlos Sevilla
Viento Sur

Sapienza 25/5.Incontro con Samia Walid

Sono passati 10 anni dall'inizio dell'occupazione militare occidentale in Afghanistan. L'informazione che ci arriva è costantemente filtrata dai media statunitensi e occidentali.
Pochi sono a conoscenza delle condizioni reali del popolo afghano, schiacciato tra la violenza degli insorgenti, la corruzione del governo Karzai e le bombe delle forze americane.

Condividi contenuti